Documenti che iniziano con I

Incontro tecnico

Incontro tecnico "La mosca dell'olivo nelle province emiliane" (RE)

Si svolgerà mercoledì 7 maggio a Quattro Castella (RE)  l'incontro tecnico sulla Mosca dell'olivo nelle province emiliane

Scarica il programma

Incontro

Incontro "La batteriosi del kiwi: indicazioni operative dalla ricerca" (RA)

Mercoledì 16 aprile alle ore 20,00 è previsto a Faenza (Sala Zanelli Fiera di Faenza, viale Risorgimento, 3) un convegno sul tema "La batteriosi del kiwi: indicazioni operative dalla ricerca", organizzato da CRPV (Centro Ricerche Produzioni Vegetali) e Regione Emilia Romagna.

La batteriosi è una malattia che colpisce le piante di kiwi, scoppiata nel nostro paese nel 2008 nell'area di maggior produzione italiana, ovvero in Lazio e in particolare nel territorio di Latina e, successivamente, diffusasi in altre aree italiane del Centro Nord, fra cui la Romagna, zona particolarmente vocata a queste produzioni frutticole. La malattia si manifesta con cancri ed essudati gommosi sulla pianta e, successivamente in primavera, con maculature sulle foglie: il tutto viene causato da un batterio denominato "Pseudomonas syringae pv. actinidiae", la cui provenienza non è del tutto chiara.

Le conseguenze della batteriosi sono particolarmente gravi perché portano alla morte di piante e al conseguente estirpo di impianti, fenomeno purtroppo già verificatosi in diverse aree di produzione di kiwi in Italia e nel mondo. Per questo motivo le strategie di contrasto a tale malattia sono divenute in breve tempo la priorità assoluta per un settore che rischia, a causa di essa, di compromettere il proprio futuro. In Emilia Romagna è stato da poco concluso un progetto di ricerca al riguardo denominato "Ricerche su PSA del Kiwi", coordinato da CRPV e cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna, da gran parte dei produttori di actinidia e da organismi e fondazioni legate alla sua filiera produttiva: buona parte delle comunicazioni del convegno, quindi, saranno frutto delle prime indicazioni emerse nell'ambito di questo studio. Un nuovo progetto dal titolo "Ricerche sul PSA kiwi e PPV drupacee" quindi sullo stesso tema è appena partito, sempre coordinato dal CRPV e cofinanziato in prevalenza dalla regione Emilia Romagna. Quest'ultimo costituisce il logico proseguimento di alcune delle ricerche condotte nel precedente progetto. "Oggi – afferma Maria Grazia Tommasini, ricercatrice CRPV - non possiamo dire di avere soluzioni univoche, siamo di fronte ad un cantiere aperto: siamo certi, però, che per limitare la presenza del PSA sugli impianti di kiwi sia necessaria una gestione agronomica del frutteto che tenga conto di diversi fattori che concorrono a ridurre l'incidenza e la diffusione della malattia. Per ora possiamo affermare che, per esempio, l'utilizzo del polline, che risulta essere un elemento di diffusione del batterio, deve essere molto oculato e che i frutti di kiwi, pur se allevati su una pianta ammalata, non rappresentano un veicolo di diffusione. Ultima considerazione sulla difesa, un aspetto su cui gli agricoltori si aspettano risposte concrete: siamo in una fase di work in progress, ma possiamo dire che il rame e il bion (Acibentolan-S-Metyl) continuano ad avere un ruolo importante per combattere il PSA".

Scarica il programma

Incontro tecnico

Incontro tecnico "I frutti della tradizione hanno un futuro?" (FC)

Sabato 5 aprile all'interno della manifestazione fieristica Hobby Farmer (Fiera degli orti e dei giardini - Cesena Fiere via Dismano, 3845 - Cesena) alle ore 10,30 è in programma il convegno sul tema "I frutti della tradizione hanno un futuro?". L'evento è promosso unitamente da CRPV (Centro Ricerche Produzioni Vegetali) Arpa Emilia Romagna, Alimos e CNR Ibimet, nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna.

Il territorio regionale è ricco di varietà frutticole tradizionali, che, con il passare del tempo, perdendo di fatto una valenza commerciale su larga scala, non sono più coltivate e rischiano, purtroppo l’estinzione. Alcuni esemplari sono ancora sopravissuti sparsi nelle campagne o conservate presso qualche agricoltore, amatore o vivaista.  Oltre a rivestire una notevole importanza a livello di agrobiodiversità, come riserva di geni per affrontare i problemi del futuro, come i cambiamenti agroclimatici, alcune varietà antiche sono di ottima qualità e  possono essere rilanciate come produzione di nicchia nei mercatini a km “0”,  negli agriturismi, nell’hobbistica come piante da giardino. Non a caso sono spesso “protagoniste” di manifestazioni e sagre locali. Una specifica disposizione legislativa è stata emanata recentemente (LR 1/ 2008)  dalla Regione Emilia Romagna  per salvaguardare queste patrimonio  istituendo “il repertorio regionale” e i soggetti conservatori come gli “agricoltori custodi”.  Il convegno, presenterà alcune attività promosse dalla Regione Emilia Romagna per  censire, reintrodurre e tutelare  le antiche varietà con l’obiettivo di coinvolgere agricoltori e appassionati come “custodi”  della biodiversità.

Scarica il programma

Incontro tecnico

Incontro tecnico "Susino e Cavolfiore: le scelte varietali" (FC)

Venerdì 28 marzo presso il Mercato Ortofrutticolo di Cesena (via Dismano, 4001 -Pievesestina) alle ore 17,30 è in programma un incontro tecnico sul tema “Susino e Cavolfiore: le scelte varietali”. L’evento, inserito nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna, è promosso da CRPV (Centro Ricerche Produzioni Vegetali) e Mercato Ortofrutticolo di Cesena e rappresenta un appuntamento tradizionale per gli imprenditori agricoli locali, per approfondire tematiche legate alle colture di interesse sul territorio.

La scelta di quest’ultimo appuntamento è caduta su susino e cavolfiore, due specie non certo di punta dell’economia ortofrutticola romagnola, ma che, per diversi aspetti, meritano attenzione e dimostrano interessanti prospettive di sviluppo. Per quanto riguarda il susino, le richieste che provengono dal mercato sono in continua crescita, per cui l’incontro sarà un’occasione per fare il punto sulle varietà europee e cino-giapponesi tradizionali e di recente introduzione, al fine di puntualizzarne pregi e difetti in termini di produttività e prospettive commerciali. Il cavolfiore, invece, pur rimanendo una coltura di nicchia in Emilia Romagna (appena 200 ettari coltivati su una superficie orticola complessiva di 50.000), riveste un ruolo importante specie nel cesenate e nel riminese, sia per il mercato del fresco che per quello industriale della surgelazione, fortemente presente sul territorio: anche in questo caso sarà possibile approfondire gli aspetti legati alla coltivazione e alla produttività delle nuove varietà.

Scarica il programma

Incontro tecnico

Incontro tecnico "Pero: nuove strategie di difesa integrata" (MO)

Giovedì 13 marzo presso l’Istituto di Istruzione Superiore Lazzaro Spallanzani (via Solimei, 23 – Castelfranco Emilia – Modena) alle ore 9,30 è in programma l’incontro tecnico sul tema “Pero: nuove strategie di difesa integrata. L’evento è promosso da CRPV (Centro Ricerche Produzioni Vegetali), unitamente allo stesso Istituto Spallanzani, al Consorzio Fitosanitario Provinciale di Modena e alla Provincia di Modena, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna.


L’evento sarà un’occasione preziosa per fare il punto sulle tecniche di difesa, con particolare riferimento ai principali fitofagi dannosi per la coltura del pero e per illustrare, a fianco di modalità consolidate, i risultati di sperimentazioni innovative di lotta, quali, ad esempio, l’utilizzo di reti contro i carpofagi (carpocapsa in primis), i primi risultati su una tecnica per il contenimento di miridi e alcune valutazioni in merito ai feromoni impiegati per la confusione sessuale nei confronti di cydia molesta e della stessa carpocapsa.

scarica il programma

I risultati delle prove varietali per l’anguria - gennaio

Incontro tecnico

Incontro tecnico "Noce da frutto una opportunità per l'agricoltura emiliano romagnola" (RA)

Venerdì 7 marzo alle ore 15,00 presso la Sala Zanelli (Faenza Fiere) all’interno della 77° edizione della Mostra dell’Agricoltura Regionale (38° edizione di Momevi) si svolge il convegno “Noce da frutto”, promosso da CRPV (Centro Ricerche Produzioni Vegetali, Cesena) e Provincia di Ravenna, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna.

La nocicoltura è una filiera decisamente in ascesa sul territorio di pianura del Nord Italia, ma ancora marginale: si pensi che nella sola Emilia Romagna la superficie coltivata raggiunge appena i 150 ha, contro, per esempio, i circa 40.000 di aree destinate a pescheti. Le prospettive commerciali per tali produzioni sono, poi, decisamente interessanti, tanto che la domanda risulta essere decisamente superiore all’offerta, per cui il noce da frutto rappresenterà in un futuro prossimo un’interessante alternativa produttiva in grado di garantire buoni risultati anche in termini economici, specie per aziende agricole strutturate (con SAU superiore a 10 ha). In più c’è da dire che siamo di fronte ad una coltura con un alto contenuto salutistico, in quanto la noce è ricca di acidi grassi polinsaturi (omega 3 e omega 6) e di acido folico (ricco di vitamina B, importante per la crescita e la riproduzione cellulare).

In questo contesto è dunque necessario – e questo è l’obiettivo principale del convegno – offrire un supporto tecnico adeguato per lo sviluppo complessivo di tale coltura, al fine di un sostanziale aumento delle superfici coltivate in Emilia Romagna.

Scarica il programma

Incontro tecnico "Clima, cambiamento climatico e suoi effetti in vitivinicoltura" (RA)

Venerdì 7 marzo alle ore 10,00 presso la Sala Zanelli (Faenza Fiere) all’interno della 77° edizione della Mostra dell’Agricoltura Regionale (38° edizione di Momevi) si svolge il convegno Clima, cambiamento climatico e suoi effetti in vitivinicoltura, promosso da CRPV (Centro Ricerche Produzioni Vegetali) e Provincia di Ravenna, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna.

Il tema proposto, di forte attualità, mette in relazione i mutamenti di clima globale e i conseguenti cambiamenti che sta vivendo la viticoltura, non solo a livello di qualità del prodotto “vino”, ma anche in merito alla geografia delle coltivazioni e alla composizione dei vigneti, in un’ottica di salvaguardia della redditività e del rispetto dell’ecosistema.

Gli aspetti più evidenti di questa mutazione climatica riguardano temperature mediamente più elevate al suolo, diminuzione delle precipitazioni nel Sud Europa, aumento della radiazione solare globale. Solo per citare alcuni aspetti ciò significa, in ambito vitivinicolo, un’anticipazione di tutte le fasi della vite, fra cui la raccolta (mediamente 15/20 giorni prima), l’aumento dell’aridità al suolo con conseguente ridisegno delle esigenze idriche e l’incremento di zuccheri, colore e aromi, aspetti da tenere sotto controllo a livello di cantina, oltre che la rivalutazione dei vecchi criteri di vocazionalità (esposizione a mezzogiorno, limiti di quota ecc…) da ridefinire in larga parte.

Scarica il programma

Incontro tecnico "La biodiversità frutticola in Emilia Romagna" (PR)

Si svolgerà a Parma martedì 4 marzo l'Incontro tecnico "La biodiversità frutticola in Emilia Romagna

scarica il programma

Incontro tecnico Fragola e Pomodoro da mensa (FC)

Si svolgerà a Cesena giovedì 27 febbraio l'Incontro tecnico Fragola e Pomodoro da mensa

Scarica il programma

Incontro tecnico Albicocco: innovazione varietale (BO)

Si svolgerà a Imola (BO) giovedì 20 febbraio l'Incontro tecnico Albicocco: innovazione varietale.

Scarica il programma

Incontro tecnico “Melo: innovazione tecnica e varietale” (FE)

Si svolgerà a Ferrara il 20 Febbraio p.v. l'incontro Tecnico “Melo: innovazione tecnica e varietale”.

Scarica il programma

Incontro Tecnico “Albicocco e fagiolino: scelte varietali”

Con la presente siamo ad inviare il Programma dell'incontro tecnico "Albicocco e fagiolino: scelte varietali" che si svolgerà a Cesena Giovedì 6 febbraio p.v.

Scarica il programma

Incontro tecnico Pomodoro da industria (PR)

Si svolgerà a Parma venerdì 20 dicembre l'Incontro tecnico Pomodoro da industria 

scarica il programma

Incontro tecnico Orticole da industria (RA)

Si svolgerà a Ravenna martedì 17 dicembre p.v. l' Incontro tecnico Orticole da industria (RA)

scarica il programma

Contatti

CRPV Soc. Coop.
Centro Ricerche Produzioni Vegetali
Via dell’Arrigoni, 120
47522 Cesena (FC)
C.F. e P.IVA 01949450405
SEGRETERIA:
Tel. 0547-313571
fax 0547-317246
ortofrutticola@crpv.it
Disclaimer sulla Privacy

login

Questo sito utilizza cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori. Clicca ok per continuare a fruire dei contenuti di crpv.it ai sensi del dlgs 69/2012 e 70/2012. Più informazioni? Clicca qui.